Una domanda....un esperto...una risposta... Inviate le vostre domande al Dott. Caraffa

29 giugno, 2006

non c'è Rosa senza Pino

Egregi amici e simpatiche amiche, questa volta l'aggiornamento arriva prima dell'ormai solito ritardo anche a causa dell'abnorme caldo che spesso da alla testa:
Stavo ultimando gli ultimi dettagli con il manager del Prof. Pasquale di Natale (docente illuminato di tuttologia applicata alle scienze metacromiche), quando interviene nel mio ufficio la signora
Verolenga Cortelazzi, che brandendo utensili in genere preposti ad altro scopo urla "A questo qui gli rispondo io!". Spaventato dall'abile brandeggiare dello scopettone, ed inconsapevole di dove essa voglia andare a parare, sono costretto mio malgrado a lasciarle quindi la parola, non prima però di avere inoltrato l' accorata richiesta dell'ormai noto Trippede, che chiede:


Trippede:
Ciaò Dottò!! ma perché quando uno va al bagno (spessissimo individui maschi armati di giornale sportivo) si accorge sempre troppo tardi che manca la carta?


Lascio quindi la parola alla signora Cortelazzi, investita del titolo di "professoressa" anche a causa della violenza con la quale mi ha schiantato il manico dello scopettone in capo:

Professoressa Verolenga Cortelazzi, già dipendente della società autogrill nel comparto igiene pubblica applicata, riusciva con i suoi metodi gentili ed affabili ad ottenere monetine anche dal più becero dei camionisti.
Vincitrice più volte del titolo di campionessa di Sudoku aziendale, riesce a colorare tutte le caselle in meno di 5 minuti... Nessuno ha mai osato contraddirla!

Associata per i suoi modi gentili al nostro staff








Prof.ssa Cortelazzi


Beh, e che ti credi che io stia qui tutto il giorno a pettinare le bambole? Guarda che con il misero stipendio che mi danno devi ringraziare se non trovi la Moquette sul pavimento! E poi puoi sempre usare quel giornalaccio rosa che hai sotto il braccio, anzichè angosciarmi mentre mi mancano solo 5 caselline! E NON DIMENTICARE LA MANCIA!

Ringrazio la dottoressa per la sua gentile risposta e mi ritiro per deliberare

salumi e formaggi a tutti

Dott.Caraffa





24 giugno, 2006

Caval dotato non ti guarda in bocca

Care amiche e cari amici, purtroppo anche per questa settimana il mio tempo a disposizione da dedicare a voi, mie scrupolosissime creaturine, e' volato via per motivi vari ed eventuali.
Si è trattato di una poco felice applicazione di un corollario filosofo-attitudinale dai risvolti pressochè bizzarri, nonostante le accurate misure di sicurezza intrinseca adottate....

Partendo infatti...dalla situazione meteo-intellettuale di questi giorni, ovvero un caldo porco, ed adducendo la reazione tipica di un individuo soggetto a forte dissanguamento, ho testato l'ebrezza e la gioia di lenire l'afa sgarrandomi i polsi.
Dapprima un meticoloso taglio, quindi un senso di ritrovata frescura mi avvolgeva...il problema è stata la pesante sonnolenza e l' insistenza dei miei collaboratori di trasportarmi d'urgenza al pronto soccorso per una trasfusione corretta sambuca.

Potete figurarvi il mio stupore al risveglio in camera intensiva....

Ma questa è un' altra storia.

Passiamo quindi ora al quesito inviatoci da un nuovo amico ma già affezionato,
sto parlando del Sig. Gentilmente Anonimo

Sig. Gentilmente:

Illustre e quanto mai inaspettatamente illustre dott.caraffa

approdo per caso nel suo sito-blog-serviziopiùutiledeinu
meriverdi proprio il giorno in cui la prima domanda, dopo anni di confortevole silenzio, irrompe alla mia coscienza...

ebbene, lungi da me il dilungarmi troppo, volevo chiederle:

considerando il peso specifico dell'universo, e tenendo in considerazione anche la massa oscura, che rappresenta oltre il 70 - 80 -90% del totale, e tirando una retta che passa per il centro fino a raggiungere il centro dell'estremità opposta volevo sapere con esattezza, se possibile anche in termini chiari perché mi confondo spesso con le parole ed i loro mille significati, se Lei, od un eminentissimo Suo Collega se fosse possibile rispondere alla domanda:

mi trovavo per strada quando un certo tipo losco-scuro mi fermò ed io di sopprassalto soprassalii tantissimo, al punto da ritrovarmi abbracciato alla finestra del primo piano di un palazzo a me sconosciuto...

ebbene da quella finestra apparve una strana fattezza umana, molto limpida, pallida, candida...

senza farsi prendere dallo sconforto e sempre tentendo a mente la massa oscura che rappresenta il 70 - 80 - 90% del totale, mi domandò con grazia e quanto mai tono da sirena che incanta ulisse:

perché?

sicuro di una sua esaustiva risposta attendo immobile

Gentilmente
Anonimo


Mi sembra chiaro che una risposta chiara poteva darcela solo l' esperto all' uopo preposto, un caro zio di Arturo, che abita qui davanti ma che non conosco, sto parlando dell' esimio

Dott. Anastasio Barbello

Addetto alla conta dei granelli di sabbia della duna 47H5
presso l'istituto di conta dei granelli di sabbia
Piazza Felice Moschetti 12569
(Deserto del Gobi)

Riesce a toccarsi il naso con la lingua



Dott. Anastasio Barbello

Dato il perielio delle quadrature tripolari nell' ambito di un sistema inficiante rispetto allo spettro prismatico di una girandola spinta ad una velocità pari al quadrato medio dell' angolo di curvatura del paracarri sinistro del tratto Barberino-Roncobilaccio, e rivedendo sotto opportuna luce il 10-20-30% della massa (che non sia carrara) ma bensi' nota, si può affermare il primo postulato di Jimenez (una carota immersa in un liquido fa schifo) e da qui l' applicazione del cateto inverso della configurazione algebrica dello zippo se viene spento da un vento di maestrale pari o inferiore all' inverso dei suoi lati.

Per quello che riguarda le avventure serali dell' attore, si potrebbe consiglare la rinunzia o per lo meno la drastica diminuzione dell' uso di quelle sigarette li'....quelle che fanno ridere.

Con gioia, Dott. Barbello


Non posso che lasciare i miei saluti e starnuti a voi tutti...

Dott. Caraffa

18 giugno, 2006

Ogni giorno Oggigiorno

Carissime amiche e scrupolosi amici, sono stato un poco assente in questi giorni, per questo vorrei porgervi le mie scuse, altresì rammentando che tutte le domande inviatemi troveranno una risposta....purtroppo attività extra lavorative mi hanno tenuto lontano dal mio angolo preferito, questo per l' appunto...l' attività a cui mi riferisco (no, non mi hanno arrestato.....per ora) è una di quelle disgrazie che spesso capitano così...tra capo e collo...come una spada di Damocle (D'amocle.....Damoclè...?)....insomma.......ho dovuto lavare la macchina!


Ora e' tutta lustra non trovate anche voi????

Vorrei anche vedere dopo una settimana intera
a raschiare via il fango!






Durante questo periodo quindi mi sono dovuto arrangiare con mezzi alternativi....sapete...ho sempre avuto un debole per la bicicletta, vi mostro la mia....



















Capirete anche voi che non si può arrivare in ufficio puntuali quando si gode appieno
di una bella passeggiata salutare!



Ma ciancio alle bande e
passiamo ora alla domanda inviataci dalla nostra amica Maggie Maggie:

Maggie Maggie:

caro dottore,
secondo lei perche la gente è strana?

un quesito che si inerpica tra le fronde intricate della psicologia umana....trovandomi in difficoltà io stesso...non ho trovato niente di meglio da fare che appioppar....ehmm....rivolgermi ad una intera crew di esperti!



Tersillo Domenichini

Primario presso la clinica per il trattamento delle devianze psichiche "Da zia Ida"

Hobby: pratica base-diving ed onanismo estremo











Ermete Gavazzi

Eminente prete pedofilo detto anche "il cammello della steppa"

Curatore per la rivista "il dattero XIX" per la rubrica salute e sorriso

Hobby: camminare scalzo sui cocci di bottiglia









Esculapia Fantastichini

detta anche "moscone"

prima violinista nell' orchestra di casa sua

Filantropa nata...elargisce a tutti un sorriso

Hobby: cavia umana nei test di nuovi cosmetici









La Crew:

I dottori testè riuniti dopo accorato e profondo conclave, dopo aver analizzato gran parte della bibliografia esistente in materia asseriscono, senza tema di smentita:

ci scusiamo ma non comprendiamo la domanda



Più chiaro di così.....

Dottor Caraffa

12 giugno, 2006

Sogno o son detestato....?

Benritrovati cari amici, al nostro ormai consueto appuntamento, passerò in breve a proporvi l'ennesima controversa domanda a cui cercheremo di dare una risposta esaudiente e di sicuro spunto al ragionamento.

Ci scrive il dubbioso
6mrk9:

Salve illustre Dott. Caraffa.
ho visionato il suo blog e devo dire che le risposte sono davvero chiare ed asurienti.
le vorrei porre il mio interrogativo:

E' possibile sapere perchè si deve lavorare una vita per poi andare in pensione in anziana età anzichè divertirsi una vita ed andare in anziana età a lavorare?
grazie dottore

Beh, che dire, sicuramente un ringraziamento caloroso al nostro amico, per i complimenti e soprattutto per permetterci di aiutarlo nella comprensione profonda e piu' reale del dilemma...
Mi sono recato all' ufficio postale per spedire una raccomandata e chi ti trovo seduto su uno sgabellino, pazientemente in attesa del suo turno..ricoperto di ragnatele? Certamente l'uomo che fa per noi cari lettori!
L'ineguagliabile Peppin O'Mc Canik

Peppin O'Mc Canik

Ha lavorato 72 anni in catena di montaggio nell'industria automobilistica

Chiare origini irlandesi, anche se lui nega....nega....'nega nel vino piu' che altro

3 volte campione rionale di passatella

Hobby: essere abbandonato per mesi e mesi in coda all' ufficio postale
Peppin O'Mc Canik:

Ricordo ancora la mia prima volta alla pensione...era estate e non era nemmeno tutta intera...questa pensione...circondato da persone di un altro mondo...tutti alti, biondi, e rossi come aragoste pitturate con l' uniposca...qualcuno mi disse...."sono tedeschi..." frase di cui ancora oggi stento a dare un significato...mi ricordo le furiose litigate nella tremenda "sala della televisione"...dove stormi di questi alieni alti non piu' di un metro, si divertivano con armi di controllo mentale alle nostre spalle, creando immagini grottesche ed animate...ma false...quasi fossero di cartone...ricordo anche il nome...di quella mezza pensione....Pensione Clotilde...si leggeva quasi ognidove in quel luogo tetro che odorava di latte doposole e sabbia stantia....
Poi venne Germano...la mia anatra da compagnia con aspetto molto regale...mi rivelò l'arcano...mi disse in solenni parole: "gli esseri ultradimensionali hanno creato per te il migliore dei mondi possibili, invece di mostrarti la tua vera giovinezza, passata a gozzovigliare tra banchetti Dionisiaci, ti hanno mostrato il lato rigoroso del sudore...e l'agognato fine ultimo che solo attraverso la gioia del lavoro si puo' esaltare..."
Inutile dirvi che Germano fu presto ospitato in un luogo confortevole chiamato Casseruola...ma non ebbi dubbi da allora, il lavoro è un illusione creata dagli alieni dell' altra terra....ma non è vero!

Cosa si può aggiungere dopo questa toccante testimonianza?...
Rispettando questo alto momento vi saluto...anche perchè di oggi non ho ancora trattato i miei alluci con il callifugo e rischio una vera invasione...
A presto!

Dottor Caraffa

10 giugno, 2006

Mi citofoni o no...

Con l'avvento della citofonia mobile la privacy di ognuno ha subito uno step di mistica conversione alle nuove tecnologie, nonchè un decremento consistente di quello che in gergo viene defininito come...".....zzi miei".
In concomitanza con questi profondi pensieri mi e' giunta la richiesta di aiuto del nostro ormai affezionato amico Trippede

Trippede:

Caro Dottore...

perché quando uno va al cesso, puntualmente squilla il telefono?

A quanti di voi, cari amici sarà capitata la stessa malaugurata sorte....
Ora, con i potenti mezzi a nostra disposizione, saremo in grado di fornire una risposta....
incredibile vero?

Risponde per noi l'esimio professor Annibale Terlizzi che mi si e' fiondato in casa vaneggiando a proposito di qualche misterioso e miracoloso aspirapolvere...


Prof. Annibale Terlizzi

Ricercatore per conto del CNR di forme di vita intelligente nei supermercati

Il suo trattato "Il know how dell' unire i puntini dall' uno al mille" non dovrebbe mancare in nessuna toilette che si rispetti

Pirata della strada a tempo perso

Prof. Annibale Terlizzi:

Molti di voi crederanno che questa sia una delle casualità più classiche della vita sociale degli uomini. Ma eminenti studiosi possono affermare senza ombra di dubbio che quando il soggetto si posiziona sul magico trono del relax, non appena produce la benchè minima vibrazione corporale manda in risonanza l'acqua del sifone, allertando la centrale operativa dei Servizi Secreti, che immantinente produce un feedback attraverso le condutture telefoniche presso tutti i vostri contatti o sporadicamente nel caso siate loro particolarmente antipatici presso anche ogni istituto demoscopico del globo terracqueo (Pronto? è per un sondaggio.... Ma va' a cagare, così io ci posso tornare tranquillo!) In realtà ECHELON ti spia anche dalla canna del cesso, ma usa un sistema Windows e non ha aggiornato le Norton Utilities. Non si preoccupi, quindi, si tratta solo di un banale virus informatico che potrebbe venire presto isolato e debellato
Cervellotica risposta come solo un attento fruitore delle ritirate sa elaborare....
A presto rivederci
il vostro sempre

Dottor Caraffa

08 giugno, 2006

Che TI venga un colpo se quello non e' il vecchio Tom

Eccomi di ritorno dal microtour di due giorni (pullman granturismo, e visita alle capitali scandinave, ai mercatini di natale, la festa del biancospino di Pechino, passeggiata nel marsupio di un vero canguro, l'insalata di Pisa e la torre di riso....forse ho fatto un po' di confusione)
che ho testè concluso...
Rilassato, corroborato, e' una gioia controllare la posta elettronica e constatare che tanti cari amici abbiano deciso di condividere i loro dubbi amletici...

Veniamo alla domanda inviataci da Ly Ly:


Caro dottore, ho una domanda che non mi fa dormire....

vorrei sapere perchè, se mi cade una fetta di pane e nutella, finisce sempre a terra dalla parte della nutella? Mi risponda la prego


Non potevo certo rimanere indifferente ad una così sofferta richiesta di aiuto e guarda caso, e' giunto per noi, cadendo quasi come un fagiolo...cioè a pennello, il magnifico Sig. Edward Parchinsone


Sig. Edward Parchinsone aka Edward Mani di M***A

Tuttologo e grande cultore delle unghie dei piedi

Diplomato in sanguisughe palustri e silvestri

Massimo esponente della congrega del Tremolio

Studia fin dalla tenera età il magnetismo opposto del pluripalmo viscido (grave malattia detta anche della saponetta sgusciante)


Sig. Edward Parchinsone:

ringrazio per la domanda e passo subito a risponderLe. Focalizziamo il problema considerando innanzitutto che, come notoriamente risaputo "Omnia Nutella Divisa est in partes tres". assodato ciò dobbiamo tenere presente che ognuna delle categorie nocciolacee della suddetta ha una propria densità, che sommata alla forza di attrazione molecolare della fetta cerealicola che la accompagna, provoca un flusso gaussiano capace, nell'interazione con l'ambiente circostante, di generare un rivolgimento positronico che -tenendo come costante il valore spazio/temporale delimitato dal piano A dal quale parte al piano B verso il quale si dirige (che per maggiore semplicità chiameremo in seguito PAVIMENTO), determina lo sconvolgimento a livello subspaziale della medesima, imprimendole una velocità di rotazione tale da ingenerare temperature che poco si discostano dal punto di fusione del criceto. in definitiva: SFIGA!


Cara amica, questa risposta non ammette repliche a quanto pare, guardati quindi bene dalla sfiga e soprattutto avvediti di non attraversare la strada ai gatti neri onde evitare effetti nefasti nelle povere bestiole...

Con questo vi saluto cari amici e vi rimando alla prossima risposta...nano nano

Dottor Caraffa

05 giugno, 2006

Questione di palle...

Eccoci di nuovo insieme per consigliare il nostro caro amico Trippede.
Il quesito che propone e' questo

Trippede:

Caro dottore... perché le suocere scassano le palle all'ennesima potenza?


Il quesito è urticante, e non ho potuto fare a meno di rivolgermi ad un grande conoscitore del campo, nonchè...lasciate che vi dica...uno dei migliori compagni nei tornei di scopa alla baraonda!


Risponde il Dr. Michele Spina

Ordinario aggiunto della facoltà di genealogia botanica all' università del Sahara.

Grande frequentatore di giardini pubblici e centri per anziani.

Originario della Circizia, professa il suo credo in lingue incomprensibili per stimolare i suoi numerosi adepti al pensiero poliglotto di cui si vanta di essere il fondatore.






Dr. Michele Spina:

Intanto grazie per l'interessamento, ma per una corretta risposta bisogna focalizzare a dovere il problema: per palla potremmo intendere ovviamente ciò che è espresso nella diapositiva A, mentre per ciò che riguarda il lemmo Suocera, esso deriva immancabilmente dal latino HUMUS, come tramandatoci fin dal 1264 dal noto glottologo Lorenzo de Kipli nel suo trattato filosofico "delle sferae che si infrangono". Una corretta traduzione può essere quindi (se avete letto il de Kipli lo sapete, altrimenti sono qua io a spiegarvelo) Colei che rompe le palle all'ennesima potenza, da cui per una logica conseguenza matematico-fisica arriviamo al nocciolo della questione:
Assunto che per palla probabilmente Lei intenda il contenuto della sacca scrotale (de Kipli, cap.3), passo ad illustrare la mia teoria. L' assunto matematico che può derivare dalla lettura dell' esimio porterà a considerare il valore fisso N di dirompenza come costante, di conseguenza S-uocera = N-uocera (ovviamente non considerando l'attrito che produce il tipico calore gonadico rasentante spesso il punto di fusione) , oltre poi constatare che la causa scatenante del problema può derivarsi nella MENOpausa, anche se, data l'età converrebbe parlare più propriamente di PIUpausa.

E con questo si conclude il nostro appuntamento con la cultura e l'informazione
Grazie a tutti i cari amici che ci seguono

Dottor Caraffa

La risposta di oggi

Bene care amiche e cari amici,
passiamo ora al primo quesito pervenutomi, anche se in modo piuttosto poco consono, dall' amico/a
Anonymous.

Anonymous ci domanda:

Ma le sente anche lei qulle voci??

Una domanda piuttosto criptica che necessita di una risposta chiara e senza possibilità di fraintendimenti, vista la delicata natura dell' oggetto in questione.
Mi sono quindi rivolto ad uno dei massimi esponenti del ramo, incontrato per caso al bar sottocasa.


Prof. Filippo Recchitoni

Docente di astrofisica applicata alla propagazione dei suoni nello spazio.

Collabora al progetto EARS (Elementary Analisys of Recchia's Spheres) che promuove l'impiego di pensionati per le nuove esplorazioni del Sole senza occhiali (da Sole appunto).

Cittadino onorario di Fattalupa (QE)

Il
Prof. Recchitoni risponde:


No...


E con queste parole e di conforto e di invito al ragionamento, salutiamo e ringraziamo il Prof. Ricchitoni.
Così si conclude il nostro primo viaggio alla scoperta del sapere e della serenità.
Arrivederci da vostro

Dottor Caraffa

 
Statistiche sito,contatore visite, counter web invisibile